immagine

Classificazione delle unità da diporto in base alla lunghezza dello scafo

immagine

Le unità da diporto si possono suddividere, in base alla loro lunghezza, in tre grandi categorie:

  • natanti

  • imbarcazioni

  • navi

Per unità da diporto si intende qualsiasi barca utilizzata allo scopo della navigazione senza fine di lucro, dunque per diletto, a scopi ricreativi o sportivi. Questa classificazione in tre grandi gruppi dipende dalla lunghezza fuori tutto dell’unità, misura che viene calcolata sulla base di standard armonizzati previsti dalla normativa europea.

I natanti: sono barche che hanno una lunghezza massima di 10 metri. Possono essere sia a vela che a motore oppure a remi e si tratta di beni mobili non registrati. Per questo motivo non è necessaria l’iscrizione al RID, il Registro Imbarcazioni da diporto. Inoltre, ai fini della conduzione di queste barche, non è richiesto il possesso della patente nautica.  Se si tratta di natanti con marcatura CE, conferita sulla base della direttiva comunitaria 94/25/CE, i limiti di navigazione dipendono da una classificazione (A,B,C,D) che riguarda le condizioni meteomarine che la barca è in grado di affrontare.Queste unità non sono targate e non è obbligatorio il Rinnovo delle annotazioni di sicurezza che viene in genere effettuato dal RINa, il Registro Italiano Navale.

Le imbarcazioni: si tratta di barche di lunghezza tra i 10 e i 24 metri che possono avere sia propulsione velica che meccanica. Tali unità sono beni mobili registrati e pertanto devono essere iscritte nell’apposito Registro Italiano, indipendentemente da fatto che abbiano o meno la marcatura CE. Al momento dell’iscrizione del registro, assieme alla licenza di navigazione, viene rilasciato da parte dell’Autorità Marittima il certificato di Sicurezza. Se la barca è marcata CE il limite di navigazione dipende dalla classificazione in A, B, C, D a seconda delle condizioni meteomarine in cui si presume l’unità sia in grado di navigare in sicurezza. Queste barche sono contraddistinte da una sigla di identificazione e devono esporre la bandiera nazionale.

Navi da diporto: sono le unità di lunghezza superiore ai 24 metri. Si tratta di beni mobili registrati, iscritti nel Registro delle navi da diporto. Anche per questi beni è obbligatoria la licenza di navigazione e il certificato di sicurezza. Devono esporre la bandiera nazionale e possiedono una sigla di identificazione, riportata sullo scafo.

Pubblicato il 20/09/2012 | Documenti e normative

Parlano di noi

  • Rai
  • La Stampa
  • ABi
  • La reppublica
  • ANSA
  • Il giornale
  • Wired
  • Il mattino

Partners

  • Lastminute
  • Dove club
  • WWF
  • Alfalyrae
  • Vela
  • Farevela
  • Sailing and travel
  • Magnamare